Passa ai contenuti principali

Così bella da restarci male.

La vita è  fatta di scelte e decisioni,da prendere o da accettare. Questo rende la vita, per quanto il più  razionale possile, allo stesso tempo imprevedibile,  perché  non sappiamo mai quello a cui le nostre  scelte ci porteranno. E allora cominciamo a immaginare i possibili  scenari, le possibili complicanze e tutte le possibilità a cui potrebbe portarci la scelta, la decisione che stiamo o vorremmo  prendere.
Ma la vita è  bastarda. Per quanto sia facile, il susseguirsi  di miriadi di possibilità rende il tutto  incontrollabile.
Così  dopo una  scelta semplice e banale, ti ritrovi  davanti ad uno scenario del tutto inaspettato, dove quelle che credevi potessero essere le tue azioni e reazioni stravolgono tutto. Situazioni in cui non hai la forza di restare e neanche la voglia di andare. Situazioni che ti fanno riflettere troppo,  situazioni da starci male per quanto ti facciano sentir bene.
Ed in situazioni  come questa che la vita comincia a spingerti a tentare il salto nel vuoto, un salto dove non sei tu  a decidere , dove non sei tu a scegliere. Per questo la vita ha bisogno  di coraggio e di polso, ma sopratutto  della forza per rialzarti se nel saltare  si cade giù.
La mia vita continua a vivere lungo quel burrone, ad ogni salto una caduta senza mai ritrovarmi dall'altro lato. Passa il tempo  recuperi le forze, ritorni sul burrone e al nuovo salto una nuova caduta.  e dopo tanti salti ancora mi ritrovo qua , su quel dannato burrone. Troppe ferite e colpi ancora doloranti, troppi ricordi . Ma stavolta è diverso, questavolta mi sono  portato la tenda: mi accampo qui. Guarderò  gli altri saltare  e godersi l'atterraggio morbido, con quelle grandi ali che ne impediscono la caduta.
Le mie si son spezzate ,  o forse non le ho mai avute e quindi faccio da guardia al burrone. Con la continua voglia di saltare , con la speranza che  chi con ali più  grandi possa aiutarmi a saltare per rendere quella scelta più  prevedibile.

Commenti

Post popolari in questo blog

Rialzarsi e Ricominciare a camminare.

Ci sono dei momenti in cui è importante decidere, quei momenti in cui non sei tu a metterti di fronte ad  una scelta, ma sei costretto a scegliere e basta.
Viviamo in un moto perpetuo e continuo , dove le nostre strade si mischiano alle insidie e i dolori alle gioie. Quei momenti in cui ti senti spaesato , dove quello in cui hai sempre creduto vacilla, traballa  ed è difficile restare in piedi. Si è costretti a cadere a guardare tutto da un altra prospettiva. Tutto viene rimesso in discussione, tutto viene ripreso in ballo. Molto probabilmente nel mio caso amplifico tutto. Per quanto non lo dimostri ho la testa che continua a macinare pensieri di cui spesso quelli inutili vengono espulsi dalla bocca, e di solito quello di cui parlo, quello che mi trovo a dire è solo lo scarto di tutto quello che penso. Ma esistono le canzoni ed esiste questo blog, gli unici  che ascoltano  tutto quel penso che mi porto addosso. Così ti fermi e cerchi di guardare cosa ti frulla realmente sulle spalle ,…

E' bello avere una persona Account.

I:"Sai mi sono disattivato Facebook, mi ero accorto che passavo troppo tempo li"

II:" Ah beh! Hai fatto bene! Tutti lo dicono che sta diventando una droga, ho letto un articolo che ha postato un mio amico e ci hanno fatto anche un meme!..Troppo divertente!"

I:" Eh si. Non c'avevo gusto nemmeno ad ascoltare un po' di musica che dopo 10 secondi pensavo solo a doverla condividere."

II:" Massì hai fatto bene. Infatti ho visto che pubblicavi sempre canzoni, ad un paio ho messo pure mi piace, ma la penultima che avevi messo era inascoltabile."

I:" Vabbè tranquillo che ora la musica che ascolto  me l'ascolto solo io."

II:" Bravo! Non fare come quelli che imperterriti continuano a condividere canzoni di Gi... ecco infatti, Enzo ha appena condiviso una canzone di Gigi D'Alessio! Ma come cazzo fa ad ascoltarlo?! Fortuna che mo ci sta l'emoticon arrabbiata. Altro che like il "grr" gli devo mettere."

I:" Che …